NEWS Percorso Eliso Rivera randonnée: in allestimento

La Monsterrato 2019 proporrà un nuovo percorso Lungo dedicato ad Eliso Rivera, cittadino di Masio e papà della Gazzetta dello Sport. Il percorso è in fase di allestimento e il chilometraggio finale potrà variare tra i 150 ed i 190 chilometri. Contiamo di comunicare entro la prima settimana di giugno il tracciato, la distanza e l’altimetria definitiva del nuovo Percorso Eliso Rivera.

La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, 23 giugno 2019, Camagna: le iscrizioni online sono aperte su https://lamonsterrato.it/monsterrato-iscrizione-eventi/

MONSTERRATO: FOTOGALLERY 2018

Sulle strade della Monsterrato (4): che VenTo tira sul Po?

La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, 23 giugno 2019, partenza ed arrivo a Camagna (Al). Quattro percorsi: km 40, 70,110 e 140 circa.
Con Biagio Curino, Claudio Luigi Bagni
Info, regolamento ed iscrizioni su www.lamonsterrato.it


Airone guardabuoi, #airone rosso, tarabuso, garzetta, nitticora, sgarza, ibis sacro: è la fauna tipica delle Aree protette sul Po, un paradiso del #birdwatching al cui interno La #Monsterrato 2019 transita all’uscita da Bozzole. Si pedala lungo una strada bianca che dovrebbe far parte della celeberrima VENTO, la ciclovia che costeggiando il #Po collega lungo strade protette Venezia a Torino. 
Ad oggi la ciclovia #Vento non esiste. Il sito ufficiale della ciclovia – ideata dall’ingegno e dall’impegno del #Politecnico di Milano – precisa con estrema correttezza che “allo stato attuale VENTO è un progetto, non una pista ciclabile già realizzata e pronta per essere percorsa in sicurezza e continuità. Lungo il tracciato sono infatti presenti tre differenti situazioni:
– tratti esistenti e già pedalabili in sicurezza, il 15% ovvero 102km
– tratti pedalabili solo agendo sulle regole d’uso, il 42%, ovvero 284km
– tratti che necessitano di interventi più o meno complessi, il 43%, ovvero 293km
Questo vuol dire che circa il 43% del tracciato, pari a 293 km su 679, purtroppo, non è percorribile e necessita quindi dei principali interventi di adeguamento.2,esiste solo per piccoli tratti”.
Ci auguriamo che la Vento diventi al più presto realtà, trasformandosi – ne siamo certi – in un formidabile motore di cicloturismo, lavoro e ricchezza per tutte le terre dove transita.
(4 – continua)

La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, 23 giugno 2019, Camagna. Iscrizioni aperte su www.lamonsterrato.it

#GiovanniCuniolo #GiovanniGerbi #CostanteGirardengo#maglianera #cicloturismo #stradebianche#bicistoriche #ciclostoriche #gravelbike #mtb #ebike #ciclocross#Monferrato #vendemmia #paesaggiovitivinicolo #cycling #biketouring#bycicle #cicloturismo #ciclostorica #bdc #mtb #gravelbike #vintagebike #gravelbikemilano #stradebianche #gravelroad #mtb #ebike #restaurationanciensvélos #vélovintage #Cyclesvintages #steelbike #lecycle #cyclisme #anciensvélosdecourses #bikeoisans #cyclocross #cycling #cyclingholiday #cyclingvacation #luxuryvacation #fromwhereiride #instacycling

Sulle strade della Monsterrato (3): nella terra dei castelli (…la Loira ci fa un baffo)

Uscendo da territorio di #Occimiano, i percorsi #Gerbi#Girardengo e #Malabrocca della Monsterrato proseguono verso Sud, percorrendo strade bianche che costeggiano cascinali ed imponenti canali di irrigazione, spettacolare habitat naturale per aironi bianchi, rossi e cenerini, sgarze, garzette, cicogne ed ibis. Si entra così nel territorio di #Giarole, dove spicca il Castello dei Conti di Sannazzaro, edificato verso il 1165. “Attualmente – scrive Aldo di Ricaldone nel suo “Monferrato tra Po e Tanaro” – il castello si presenta magnifico nella sua struttura #neogotica e in parte quattrocentesca, rosseggiante per l’ammattonatura a vista, con ampio parco nel quale scorre il torrente #Grana che forniva nel medioevo l’acqua ai fossati, così da costituire un esempio insigne di dimore castellane non solo del Monferrato e del Piemonte”. 
Lasciata Giarole, La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato entra nel territorio di #Pomaro, paese che deve probabilmente il nome alla presenza un tempo di numerosi meleti e dove oggi spicca l’omonimo castello, edificio testimone di cruente battaglie medioevali oggi elegante palazzo signorile con pianta ad U, tre torri poligonali con merlature a coda di rondine. Il Castello di #Pomaro, uno dei meglio conservati di questo territorio ricco di castelli anche più della Loira, spicca pure da Giarole, il Comune nel cui territorio prosegue l’itinerario della #Monsterrato. Qui l’ambiente è dominato e segnato dagli umori del #Po, portatore di vita e ricchezza ma anche di tremende piene e terribile inondazioni che provocarono nei secoli numerosi spostamenti dell’abitato. Non è un caso quindi che #Bozzole abbia dato i natali il 18 dicembre 1812 a Carlo Noè, scienziato ed architetto specializzato nelle scienze idrauliche, quindi nella costruzione di argini e canali, che lavorò tra gli altri al Canale Cavour e al Canale Lanza. L’ingegner Noè si meritò un posto nella storia d’Italia provocando nel 1850 l’allagamento delle risaie vercellesi con l’obiettivo di fronteggiare l’avanzata dell’esercito austriaco verso Torino. Storie, tradizioni, personaggi, emozioni: un patrimonio da mantenere vivo. Poi, appena usciti da Bozzole, una curva secca a destra, la strada bianca, i pioppeti sullo sfondo. E laggiù già si sente il suo respiro: lo scorrere ora quieto ora tremendo del Grande Fiume 
(3 – continua)
5/a La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, 23 giugno 2019, #Camagna#Cicloturistica per bici d’epoca e vintage, #gravel, bdc, #mtb ed e-bike. Quattro percorsi: km 40, 65, 115 e 140 circa.
Info, regolamento ed iscrizioni on line su www.lamonsterrato.it
Attenzione al numero chiuso

Provincia di Alessandria Comune di Pomaro Castello di Pomaro Proloco di Pomaro Monferrato Comune di Giarole Proloco di GiarolePro Loco Di BozzoleCastello Sannazzaro FAI – Fondo Ambiente Italiano FAI Piemonte e Valle d’Aosta

Sulle strade della Monsterrato (2): la Pieve e il brigante

Lasciando l’abitato di #Conzano e proseguendo in direzione San Maurizio, la Monsterrato propone in rapida successione i primi 3 settori di #stradabianca. Nel dettaglio: al km 4, settore 1, lunghezza km 1, pianeggiante; al km 6,1, settore 2, lunghezza km 3, dislivello totale 13 metri; al km 9,7, settore 3, lunghezza km 5, dislivello totale 10 metri. Primi 3 settori quindi sostanzialmente pianeggianti, che tagliano il fondovalle nella Valle del #Grana: l’ideale per prendere confidenza con le strade bianche inghiaiate della #Monsterrato
Il terzo settore, nel territorio del Comune di #Lu , porpone il passaggio a fianco dell’antica Pieve di San Giovanni di #Mediliano, fondata tra il VII e il IX secolo e restaurata negli anni ’90. Nella zona della chiesa sono stati rintracciati i resti un’area funeraria (sec. IV-VII), con un’iscrizione paleocristiana del V-VI secolo che rappresenta la più antica epigrafe cristiana del Piemonte meridionale e alcuni reperti di epoca longobarda. Nei terreni circostanti sono infine emersi reperti di età romana e tardo romana, con tracce di una villa di pregio abitata almeno fino al VII secolo.
Il tracciato della Monsterrato propone poi una deviazione verso Borghina che riguarda il Percorso Cuniolo: gli altri 3 percorsi proseguono in direzione di #Occimiano, Comune che ha ospitato la prima edizione della Monsterrato e nel cui Municipio è presente una bellissima bacheca con armi e cimeli del #Risorgimento ritrovati in una cascina della zona. Quelle strade furono teatro degli agguati di Luigi Luparia, brigante di fine ottocento conosciuto nelle gendarmerie di mezza Italia con il nomignolo di Munfrin, ma chiamato dai compaesani di Occimiano il #Pustion, per come si appostava ai bordi delle strade prima di aggredire e rapinare i viandanti in calesse. Ma chi era #LuigiLuparia? Era un bandito sanguinario o un redivivo #PassatorCortese? Rubava per arricchirsi o per dare a chi aveva bisogno come un novello #RobinHood? Non aggrediva i contadini e gli altri poveri lavoratori per principio d’onore o perchè sapeva che erano così malmessi che addosso a loro non avrebbe trovato neppure un quattrino? E quelle persone che si aggirano ancora oggi tra sterrati e sentieri, frugando tra ruderi, pozzi e rocce, cercano proprio il tesoro mai ritrovato di Luigi Luparia, detto il Pustion?
( 2- continua)

La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato​, 23 giugno 2019, #Camagna (Al). Info ed iscrizioni su http://www.lamonsterrato.it

ULLE STRADE DELLA MONSTERRATO 1 https://www.facebook.com/LaMonsterrato/posts/1725032230935959?tn=K-R

Sulle strade della Monsterrato (1): Conzano

Cicloturistica La Monsterrato 2018 – Strade Bianche Monferrato – Camagna Monferrato – 02/09/2018 – Scenery – photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2018

Partendo da #Camagna, il percorso della La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato entra nel Comune di #Conzano (958 abitanti), su un territorio già colonizzato dai Romani, come testimonia la scoperta di tombe e monete risalenti all’età dell’Imperatore Tiberio. Oggi “buen retiro” di importanti personalità dell’industria italiana, #Conzano offre al #cicloturista la splendida Torre di 18 metri costruita su uno spuntone di tufo e risalente al XIII o XIV secolo. L’antico abitato di Conzano sorge proprio arroccato intorno alla Torre: le case sono disposte a raggiera e – come scrive Aldo di Ricaldone nella sua preziosissima opera Monferrato tra Po e Tanaro“tutto il paese è un angolo indimenticabile, antico, piccolo, le stradine a gomito, molto antiche, semplici architetture sopravvissute alle forme di progresso”. 
Tra i personaggi che impreziosiscono la storia di Conzano, spicca la personalità del Conte Carlo #Vidua (1785-1830), amico di Cesare Balbo, appassionato ed instancabile viaggiatore che percorse quasi tutto il pianeta raccogliendo notizie, storie, documenti ed oggetti ora conservati all’ Accademia delle Scienze di Torino. Mentre si trovava sulle Isole Molucche, durante uno dei suoi viaggi, Vidua scivolò in una solfatara: le gravi ustioni ad una gamba lo portarono a morte nel giro di pochi mesi. Personaggio molto conosciuto fu anche il Tenente di Vascello Francesco Cappa, 2 medaglie d’argento al Valor Militare, ucciso il 5 novembre 1917 alla guida del suo idrovolante durante una missione di guerra a Latisana. A #FrancescoCappa fu intitolato l’aeroporto di Casale Monferrato. 
Da visitare a Conzano:
Chiesa di Santa Lucia, con il campanile di struttura quattrocentesca e tele ed affreschi risalenti alla scuola dello Spanzotti
Chiesa di San Maurizio, costruita nel primi anni del XV secolo e ricca di affreschi quattrocenteschi e rinascimentali di soggetto biblico 
La Monsterrato, 23 giugno 2019: tanto ciclismo ma non solo. Iscrizioni aperte su www.lamonsterrato.it

Cicloturistica “La Monsterrato” 2018 – Strade Bianche Monferrato – Camagna Monferrato – 02/09/2018 – – photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2018

In collaborazione con Comune e Pro Loco #Camagna, B&B Ca’ degli Ovi di Monte Valenza, Locanda Cafè di San Salvatore Monferrato, Trattoria Pizzeria Al Tranvai di Altavilla Monferrato, Agri Bio Panificio Bisoglio Luiginadi #Lu Monferrato, Croce Rossa Italiana – Delegazione di Vignale Monferrato

Cicloturistica La Monsterrato 2018 – Strade Bianche Monferrato – Camagna Monferrato – 02/09/2018 – Scenery – photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2018

L’agribiopanificio Bisoglio per i primi iscritti alla Monsterrato

Sabato 1 dicembre si sono aperte le iscrizioni alla 5/a edizione della La Monsterrato:, passeggiata in libera escursione per bici d’epoca, #gravelbike#mtb,  bici da corsa ed e-bike in programma il 23 giugno 2019 con partenza ed arrivo a #Camagna (Al).
Chi si iscrive alla #Monsterrato tra le ore 9 del 1 dicembre e le ore 24 del 3 dicembre, oltre ad evitare con tutta probabilità la sbarra del numero chiuso, avrà una sorpresa: l’ Agri Bio Panificio Bisoglio Luigina di #Lu – eccellenza di queste terre e nuovo partner della Monsterrato – offrirà un sacchetto da 250 g. di farro monococco in chicchi, prodotto prezioso e a produzione limitata di un agripanificio dove il #bio non è un modo di dire ma un impegno quotidiano ad agire. Mamma Luigina confiderà infine una ricetta della cucina tradizionale monferrina che valorizza al meglio sapori e profumi dei chicchi di #farro monococco.
E nessuno dica più che il #Monferrato sta morendo. Con le sue colline, i suoi castelli medioevali, gli antichi borghi, i vigneti patrimonio dll’#Unesco e gli splendidi cascinali che chiedono solo di poter far rivivere le loro ricchezze architettoniche, il Basso Monferrato rappresenta una splendida opportunità. Venite a trovarci in Monferrato ma attenti: è una visita che potrebbe cambiarvi la vita. A noi è successo. I vecchi del posto lo chiamano “maldemunfrà”

La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, tanto ciclismo ma non solo. Info, regolamento ed iscrizioni dal 1 dicembre su www.lamonsterrato.it
In collaborazione con:
Agriturismo Ca’ degli Ovi di Monte Valenza; Locanda Cafè di San Salvatore Monferrato; Trattoria Pizzeria Al Tranvai di Altavilla

Il filo rosso delle strade bianche

biaLe abbiamo scoperte su una dettagliatissima cartina topografica anni ’50, sottili strisce d’inchiostro che si allungano tra colline e fondovalli attorno ad  #Altavilla#Viarigi#Montemagno#Grana e #Casorzo. Abbiamo chiesto informazioni ai vecchi del posto, abbiamo visto i loro occhi brillare di gioia e poi venarsi di tristezza, ricordando gli anni dove “qui era tutta una vigna”. Quel che resta di quelle strade bianche oggi è percorso dai trifolai, i cacciatori di #tartufi, e dai loro cani.
Abbiamo pedalato su quegli sterrati in mtb, in un sabato di sole che ha interrotto giorni di pioggia, quindi nel momento peggiore possibile per le condizioni del fondo. Tanto fango, qualche buca alta così. Eppure anche in quelle condizioni, quegli sterrati si sono aperti davanti alle nostre ruote mostrando spettacoli e potenzialità enormi. Sembrava ci aspettassero.
Basterebbe poco per trasformare questi sterrati da trifolai in strade bianche perfettamente percorribili da biciclette; faremo tutto il possibile per inserire queste nuove strade in un percorso della #Monsterrato 2019. Riusciremo a convincere chi può intervenire? Ieri dalle parti di Montemagno abbiamo avuto un incontro casuale quanto importante: un segnale del destino?
La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, 23 giugno 2019, tanto ciclismo ma non solo. Le iscrizioni si aprono il 1 dicembre: attenzione al numero chiuso.
Info e regolamento su www.lamonsterrato.it

#Monferrato #stradebianche #gravelroad #gravelbike #mountainbike #ebike#paesaggivitivinicoli 

Monsterrato: le iscrizioni sono aperte

La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, 5/a edizione, 23 giugno 2019. Le iscrizioni si sono aperte  1 dicembre. Info e regolamento su http://www.lamonsterrato.it
Attenzione al numero chiuso

Monsterrato 2019: le iscrizioni si aprono il 1 dicembre

ATTENZIONE AL NUMERO CHIUSO

La decisione è stata presa stamattina al termine dell’incontro con il Sindaco Claudio Scagliotti: #Camagna Monferrato ospiterà anche l’anno prossimo la partenza de La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato. Appuntamento domenica 23 giugno 2019, ma il programma degli eventi collegati scatterà già giovedì 20 giugno. Nel segno della continuità, per la promozione di un territorio che merita di ritrovare un futuro.

La Monsterrato, Camagna, 23 giugno 2019, passeggiata in escursione ciclistica personale per bici d’epoca, gravel bike, mtb ed e-bike. Quattro percorsi: km 40, 70, 115 e 140 circa.
Le iscrizioni si aprono il 1 dicembre.
QUOTA DI ISCRIZIONE:

– dal 1 dicembre 2018 al 21 giugno 2019: EURO 10 a persona; EURO 5 a persona in caso di iscrizione cumulativa di 4 o più atleti. Pagamento con PayPal o bonifico bancario
il 22 e 23 giugno a Camagna: EURO 20 a persona
ATTENZIONE AL NUMERO CHIUSO

CONSIGLIATI PER SOGGIORNO 21-22-23 GIUGNO:
B&B Ca’ degli Ovi di Monte Valenza

Continua a leggere “Monsterrato 2019: le iscrizioni si aprono il 1 dicembre”

Avere o essere?

terraCi sono posti dove si va per farsi vedere. Altri dove si viene per guardarsi dentro.
La Monsterrato-Strade Bianche Monferrato, tanto ciclismo ma non solo.
Vi aspettiamo a #Camagna #Monferrato domenica 23 giugno. Le iscrizioni si aprono il 1 dicembre. Attenzione al numero chiuso.
Info e regolamento: www.lamonsterrato.it